Psg – Paris Sans Gain?

di jaxxalude

Parigi senza profitto? Il gioco di parole è probabilmente azzardato, eppure questa estate in molti pensavano che la squadra acquistata dalla QIA (Qatar Investment Authority) dovesse stravincere il campionato francese per poi presentarsi in Champions League, sull’esempio del Manchester City del principe Mansur bin Zayd Al Nahyan. Ad oggi il PSG è staccato di 3 punti dal modesto Montpellier di ct Guirard, che guida la classifica della Ligue 1, rivelandosi come la più lieta sorpresa della stagione.

Per fortuna dei parigini, dopo le tre sconfitte consecutive che avevano fatto vacillare la panchina di Kombouaré, domenica scorsa è arrivata la vittoria per 3-2 sull’Auxerre, ottenuta soprattutto grazie a un superlativo Menez. Nonostante la vittoria, rimangono insistenti le voci di un possibile cambio alla guida della squadra; Al-jazeera ipotizza l’arrivo di Rafa Benitez, anche se tale voce non sembra trovar riscontro nell’ambiente.

Questa estate la sontuosa campagna acquisti diretta da Leonardo ha portato in Francia diversi giocatori di rilievo: dal già citato Menez, al promettente Sirigu, dal granitico Sissoko al talentuoso Pastore (43 milioni di euro, il trasferimento più costoso dell’intero calcio francese), oltre a Gameiro (capocannoniere della squadra), Douchez, Biševac, Matuidi e Lugano, fresco vincitore della Copa America.

Le maggiori critiche rivolte a Kombouaré riguardano la scarsa amalgama del gruppo. Lo stesso Pastore ha recentemente dichiarato al magazine So Foot di non riuscire a trovare la posizione in campo e di non sentirsi libero di esprimere il proprio calcio in un campionato in cui, a detta sua, si gioca ancora un po’ troppo a testa bassa.